Berlusconi al Quirinale? No, grazie

Berlusconi nel terrore: indagini, debiti e pressing mafioso. “Piango sotto la doccia”

Sesta Puntata - L'ora più buia. Assediato da banche e pm, nell'aprile '93 decide di entrare in politica e ordina alle sue testate l'attacco alle toghe

7 Dicembre 2021

1993. Dopo l’arresto di Totò Riina il 15 gennaio in uno strano blitz del Ros, che non perquisisce e lascia incustodito il suo covo a disposizione dei mafiosi, gli altri capi di Cosa Nostra – Provenzano, Bagarella, Brusca, Cannella e i fratelli Graviano, in contatto con Gelli, gruppi neofascisti e varie logge deviate – danno […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare