Bilanci padani

Il Tesoro della Lega: giornali, soldi esteri e fatture da “ricchi”

L’inchiesta - Con Roberto Maroni la liquidità passa da 23 a 6 milioni di euro. L'ex segretario della Lega Nord - dal luglio del 2012 al dicembre del 2013 - in un anno e mezzo dilapida buona parte della cassa. Come? Girando soldi a società formalmente estranee al partito, pagando profumatamente fornitori. E, suggeriscono i bilanci del Carroccio, spostando una parte del denaro all’estero

2 Dicembre 2021

L’attenzione finora si è sempre concentrata su Matteo Salvini, ma per capire che fine hanno fatto i famosi 49 milioni di euro bisogna analizzare soprattutto le scelte prese dal suo predecessore. Roberto Maroni – oggi presidente della Consulta contro il caporalato, organismo che fa capo al ministero dell’Interno – è stato infatti il segretario della […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.