Malasanità

Morì dopo esser fuggita dall’ospedale, Asl e vigilanza condannate

"Obbligo di sorveglianza" - Ubalda Monnati era stata ricoverata al Sant'Eugenio di Roma nel 2015 per ipertensione. In attesa di un letto in reparto, attendeva in pronto soccorso. La donna uscì senza che nessuno se ne accorgesse e fu ritrovata senza vita sette giorni dopo tra le campagne. Ora il giudice civile ha sentenziato che sarebbe invece stato necessario un controllo costante e attento

2 Dicembre 2021

A sei anni dal ritrovamento del corpo di Ubalda Monnati in un’area boschiva della Capitale, arriva la sentenza che accerta la responsabilità dell’Asl Roma 2 e della società Italpol Vigilanza srl. Sono inadempienti rispetto agli obblighi di custodia della degente. Lo ha stabilito la 13° sezione civile del Tribunale di Roma con una decisione che […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.