Su Sky Arte

“Essere Strehler” è un caos (di genio)

23 Ottobre 2021

Si sente “un musicista mancato”; diventa il più grande regista di prosa del Novecento italiano. Propugna un “teatro umano”; è un genio disumano. Coltiva in quanto artista “un profondo senso della vita”; non esce mai di casa, neanche a cena. Ama la natura e gli animali; preferisce le piante finte dello scenografo: “Mi sono trovato […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.