Mai dei razzi avevano preso di mira il palazzo presidenziale afghano durante la cerimonia che segna la fine del Ramadan. L’Eid al-Fitr, cioè la “festa della fine del digiuno” è una delle ricorrenze più importanti della religione islamica ed era stata finora rispettata anche nei momenti più tragici della storia afghana. Per questo l’attacco missilistico […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Netanyahu, patti con i regimi illiberali favoriti dallo spyware

prev
Articolo Successivo

Noi, migranti traditida miss marple

next