L'intervista

Bartolini: “La società non cambia con allarmismo o scelte individuali, serve la politica”

Né con i tecno-ottimisti delle rinnovabili, né con la decrescita felice. Anche il cibo vegano è industriale. Il politologo, autore del noto Manifesto per la felicità, rovescia nel suo ultimo libro i luoghi comuni più in voga nel mondo ambientalista, dove spesso la radicalità diventa vezzo elitario. La sua soluzione: consumare meno energia

6 Luglio 2021

L’ecologismo radicalmente allarmista che cerca di cambiare le cose puntando sul terrore delle persone? “Purtroppo è tutto sbagliato, perché alla gente bisogna dare un messaggio positivo, la società non si cambia con l’emergenza”. Ma sotto accusa c’è anche l’ossessione dei comportamenti “green”, illusoria perché “nessuna scelta individuale può contrastare il riscaldamento globale”. Nel suo nuovo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione