È noto che la vecchia tecnica, che si chiamava “analisi costi-benefici”, creava un sacco di problemi: spesso diceva dei solidi no a progetti politicamente molto cari ai loro padrini politici, provocando profondi imbarazzi, e in alcuni casi, se i costi erano eccessivi, chiedendo di ridurli. E tutto questo costava voti: se si promettono agli elettori […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ignorati e senza soldi. Così stan morendo gli Archivi di Stato

prev
Articolo Successivo

Previdenza integrativa. La sicurezza prima del rendimento per evitare il rischio di perdite

next