S i è aperto ieri in Birmania il primo processo contro Aung San Suu Kyi, arrestata il 1° febbraio scorso in seguito a un golpe dei militari. “È in buona salute nonostante il mal di denti”, hanno fatto sapere gli avvocati della leader democratica, denunciando un processo “spettacolo motivato solo da ragioni politiche”. In questo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Nato, Biden salda gli alleati per la nuova guerra fredda

prev
Articolo Successivo

Le mandibole del potere, tra filetto, cafonal e favori

next