All’ora di pranzo, quando le agenzie battono la notizia della sentenza di condanna nei confronti dei due revisori contabili della Lega Alberto di Rubba e Andrea Manzoni, nelle chat dei parlamentari del Carroccio l’imbarazzo è palpabile. Il problema non riguarda tanto i legami dei commercialisti con il tesoriere Giulio Centemero (non indagato) né le responsabilità […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

La vignetta di Natangelo

prev
Articolo Successivo

Così Salvini rende la fede pacchiana

next