Il 26 settembre 2019, quando era scoppiata l’indagine, Matteo Salvini si era precipitato nel carcere di Ranza a San Gimignano (Siena) per mostrare la sua solidarietà nei confronti dei 15 agenti di polizia penitenziaria indagati per aver pestato un detenuto tunisino durante un trasferimento di cella nell’ottobre 2018. Le accuse dei pm di Siena erano […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

Mail box

prev
Articolo Successivo

Migranti, chiusura indagine su Msf e Save the Children

next