“Accordi di Parigi”, “Cop”, “Unfcc”, “Ipcc”: sono solo alcune delle complicate sigle che fanno parte di un mondo tanto cruciale quanto sconosciuto ai più, quello dei negoziati climatici, attraverso i quali si decidono gli obiettivi che quasi tutti i paesi del mondo devono raggiungere rispetto al contrasto al riscaldamento globale. Ma quando sono iniziati i […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Peppino l’arrotino: “Si affilano forbici e coltelli”. Donne, accorrete, potrebbe non tornare più!

prev
Articolo Successivo

Un’altra conseguenza del riscaldamento delle acque: la balene muoiono di fame

next