La cortina fumogena dei turiboli agitati da (quasi) tutte le forze politiche e le testate rende difficile prendere il discorso al Senato di Mario Draghi per quello che realmente è: un testo ordinario, non sorretto da una particolare visione e irto invece di luoghi comuni del nostro tempo, e di travestimenti retorici atti a piacere […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 10,99€ / mese*
*fino al 30 Settembre 2021

Articolo Precedente

È allarme nell’enclave di Idlib, assediata da guerra e virus

prev
Articolo Successivo

Il cuore di Staino, “Storia sentimentale del P.C.I.”: la biografia dell’Italia (con le lagne del Segretario)

next