Una vittoria a tre teste per i Socialisti catalani, Esquerra Rebublicana e Junts Per Catalunya: dai primi dati, i tre partiti si attestano ognuno intorno al 20% dei voti alle elezioni catalane di ieri. Il più votato sarebbe l’uomo di Pedro Sanchez a Barcellona, l’ex ministro della Salute Salvador Illa. Ma sono i partiti separatisti […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

I Migliori già litigano sull’alt allo sci e il nuovo lockdown

prev
Articolo Successivo

Dalla “A” fino alla “Z”: l’Italia superflua con SuperMario

next