Data in pasto ai maiali o fatta macinare con un trattore. È la fine che avrebbe fatto Maria Chindamo, l’imprenditrice di Laureana di Borrello. Di lei non si hanno tracce dal maggio 2016, quando è sparita mentre si trovava nella sua tenuta agricola di Limbadi, in provincia di Vibo Valentia. La donna sarebbe stata inghiottita […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

La Croazia trema ancora: scossa avvertita in Italia

prev
Articolo Successivo

Dr Dre, genio dell’hip hop, ricoverato dopo un aneurisma

next