Pollard, da spia a candidato di Bibi

6 Gennaio 2021

Quattro, quattro, uno. Potrebbe essere questo, parafrasando il calcio, lo schema di attacco della campagna elettorale di Benjamin Netanyahu per il voto di primavera. Quattro gli accordi di normalizzazione firmati con Paesi arabi o musulmani (Bahrein, Emirati Arabi Uniti, Sudan e Marocco), quattro i milioni di israeliani da vaccinare contro il Coronavirus entro le elezioni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 9,99€ per il primo mese
Dopo 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.