Un aumentone del 5% sulle sigarette elettroniche tipo le Iqos della Philip Morris. Questo è il risultato delle “mediazioni” tra i partiti di maggioranza e il Tesoro contenuto in un testo messo a punto ieri pomeriggio. Non pare esserci stata grande reazione alla notizia, se non da parte di chi – come Rossella Muroni di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Banchieri, la stretta sui requisiti parte con una sanatoria

prev
Articolo Successivo

Inchiesta Consip, atto finale: “Processate Tiziano Renzi”

next