La Corte dei Conti europea dice che la realizzazione del Tav Torino-Lione provocherà danni ambientali superiori ai benefici, con costi più alti del previsto e peraltro con un ritardo medio di 15 anni? Non importa, si farà lo stesso. La maggioranza dei partiti nel Parlamento europeo resta favorevole. Ieri la Commissione Trasporti ha respinto gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Tutti (e Toti) pazzi per il Natale, lo sci e la “zona bianca”

prev
Articolo Successivo

Abusi dal padre, la prof capì perché strappava i vestiti

next