Doveva essere la svolta per “sbloccare” e “sburocratizzare” gli appalti delle grandi opere in Italia. S’intende l’estensione urbi et orbi del “modello Genova”, cioè i commissari straordinari che operano in deroga a quasi tutto, eccetto normativa antimafia, penale e poco altro. Peccato però che sia tutto bloccato. Nei giorni scorsi, con una nota asciutta di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Tariffe dirottate sugli utili”: anche Roma indaga su Aspi

prev
Articolo Successivo

Via dal Tigray, nelle fauci del Jihad

next