Diritto e ambiente

Piombino, da fiore all’occhiello della siderurgia a infinita discarica

Di attivo in città resta ben poco: solo cumuli di rifiuti che si prova a tombare, senza bonificare, per aggiungerne altri. Il Comune cerca di fare squadra con altre realtà, però al momento la battaglia si gioca sul territorio e con armi spuntate. Intanto aumenta l'incidenza delle malattie nella popolazione

5 Novembre 2020

Da fiore all’occhiello millenario della siderurgia nazionale a enorme discarica. L’epilogo dello sviluppo industriale di Piombino, in provincia di Livorno, dopo secoli aurei, è oramai un dato di fatto. Di attivo resta ben poco. Solo cumuli di rifiuti che si prova a tombare, senza bonificare, per aggiungerne altri. La storia di Piombino viene da lontano. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 15,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.