Da fiore all’occhiello millenario della siderurgia nazionale a enorme discarica. L’epilogo dello sviluppo industriale di Piombino, in provincia di Livorno, dopo secoli aurei, è oramai un dato di fatto. Di attivo resta ben poco. Solo cumuli di rifiuti che si prova a tombare, senza bonificare, per aggiungerne altri. La storia di Piombino viene da lontano. […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

Spagna, le 8 regole d’oro per frenare i contagi. Spese pazze, nuovi guai per il re

prev
Articolo Successivo

Lo dice anche la Consulta: il legislatore deve riconoscere l’omogenitorialità

next