I primi bastoni tra le ruote li hanno messi soprattutto gli insegnati a scuola, ma non sembra una abituata ad arrendersi e lo conferma la sua biografia: a 11 anni ha costruito da sola il suo primo robot, a 15 era al Mit di Boston, a 17 è finita nelle liste di Forbes tra le […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 13,99€ / mese per il primo anno
( successivamente 14,99€/mese )

Articolo Precedente

Prime donne – “Tsunami girl”: Midori Itō, la pattinatrice che eseguì il triplo axel

prev
Articolo Successivo

Financial Times: nella partita tra Usa e Cina, l’Europa è il terzo incomodo

next