Il leghista Roberto Marti non pare certo preoccupato ché il fato, diciamo così, è dalla sua parte. Dopo che per nove mesi, lo scorso anno, Camera e Senato si erano rimpallati la responsabilità su chi dovesse decidere su alcune intercettazioni compromettenti che i pm di Lecce chiedono di poter utilizzare, poi ci ha messo del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Anche il pavé s’è preso il virus: Parigi-Roubaix rinviata al 2021

prev
Articolo Successivo

Reggio Calabria, il ri-sindaco Falcomatà vince un posto da Sala

next