Bambini ritratti mentre dormono sotto il filo spinato con coperte di fortuna, altri che fissano l’obiettivo con sguardo di rimprovero. Sono queste le immagini che dominano l’informazione e la stampa tedesca dal 9 settembre, giorno dell’incendio nel centro di accoglienza per migranti di Moria sull’isola greca di Lesbo. Martedì scorso è arrivato, attesissimo, l’annuncio del […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Le banche chiedono aiuto, ma per Visco non c’è problema: arriva il “bail-in 2”

prev
Articolo Successivo

“Patria” contiene un plagio: accuse al best-seller di Aramburu

next