Non è tutto oro quello che luccica nei tabernacoli della Chiesa di Svezia. Almeno non per le diacone che rispetto ai colleghi maschi guadagnano circa 2.200 corone, più o meno 200 euro, in meno. Nella patria della parità di genere, anche in termini salariali, questo divario, reso noto dal quotidiano della chiesa Kyrkans Tidning, risulta […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Ora anche a Cuba privato è bello

prev
Articolo Successivo

Il sindaco che scala l’Everest, ma “inciampa” sui lacrimogeni

next