Un sentito ringraziamento a Nando dalla Chiesa per aver ricordato Aldo Montagna. Ho avuto la fortuna di essere una sua studentessa negli anni 90 nonché di aver viaggiato con lui in diverse occasioni, il che ha rappresentato per me un privilegio notevole. Uomo di raffinata intelligenza, la cui cultura era disarmante, intollerante verso la furbizia […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tagliamento, il fiume “autentico” da salvare insieme all’Unesco

prev
Articolo Successivo

Mail box

next