Emissioni velenose, incidenti e persino la reale natura dei rifiuti. Tutto veniva insabbiato nel Centro Oli dell’Eni di Viggiano, in Basilicata. Eppure secondo il pm Laura Triassi, tutti sapevano. Dirigenti dell’Eni, ditte appaltatrici e persino i vertici delle agenzie lucane di protezione ambientali. Nella sua lunga requisitoria il pm Triassi ha chiesto 35 condanne tra […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno