Mille e non più mille. Decisamente più facile, nell’anno del Signore 960, immaginarsi la fine del mondo con la tremenda abbinata Apocalisse più Anticristo. Tanto più che sul trono petrino sedeva, col nome di Giovanni XII, un diciottenne lussurioso che aveva trasformato il palazzo del Laterano, dove alloggiavano i pontefici, in un lupanare. Un vero […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

“Marò, poi la Siberia. La carriera in discesa di un sindacalista”

prev
Articolo Successivo

La sai l’ultima?

next