C’è nuvolo che chiama tempesta dalle stanze di Che tempo che fa. “Adesso basta: parlo poco, ogni due anni, ma la norma ‘anti-Fazio’ approvata dal Cda mi obbliga a dire la mia”. Dallo studio di casa, circondato dai Vhs dei tempi de l’Unità, come Aristogatti, Il vigile di Sordi e Palombella Rossa di Moretti, oltre […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

L’apocalisse dei sovranisti e la sindrome don Lurio

prev
Articolo Successivo

Appalti per il 70%: “Banijay” domina il servizio pubblico

next