Per un lobbista l’importante è saper dare i numeri meglio dei politici. E gli appassionati del partito del cemento devono dire grazie al Covid-19 per le prestazioni smaglianti dei nostri campioni. Pietro Salini, re dei costruttori italiani, è il capo e il maestro. Il 5 maggio, intervistato da un giornalista di Repubblica estasiato, sfodera un […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Post Pandemia: Un mondo da rifare

prev
Articolo Successivo

Al Paese e all’ambiente non servono grandi opere

next