Vito Crimi non vede alternative o aggiustamenti possibili: “Non esiste un governo diverso da questo, e di rimpasto si parla dal giugno 2018. Ma in due anni si è solo dimesso un ministro: cambi della squadra non sono pensabili”. Fa muro, il capo politico reggente del M5S. E punge: “Forse qualcuno parla di rimpasto per […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese per il primo anno

Articolo Precedente

“Ue, è venuto il tempo della lotta ai tecnocrati”

prev
Articolo Successivo

Breviario contro i virus molesti

next