Parte la base di Sincero (la chiacchieratissima canzone sanremese di Bugo e Morgan) e Michele dal suo balcone a Caserta – vestito di tutto punto, tight e occhiali da sole dandy, con anche il papillon – inizia a cantare nel rito delle sei del pomeriggio: “Le brutte intenzioni la maleducazione,/ la tua brutta figura di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Rai e Palazzo Chigi, smania di sceriffi anti-balle

prev
Articolo Successivo

Fede & virus: Salvini non conosce Manzoni

next