“La vita non ha un valore infinito. Anche le crisi uccidono molte persone, specialmente povere”. La frase, pubblicata mercoledì dalla Folha de São Paulo – uno dei giornali più letti in Brasile – non proviene dal presidente Jair Bolsonaro, ma da Rubem Novaes, un funzionario del suo team economico. Quell’affermazione è eloquente perché ritrae fedelmente […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Wuhan riapre le stazioni, gli stranieri sono banditi

prev
Articolo Successivo

Blues e Sugo. Oggi sono (ancora) io

next