Panico a Palazzo dei Marescialli mercoledì quando al plenum del Consiglio Superiore della Magistratura che ha portato alla nomina a maggioranza di Michele Prestipino a procuratore capo di Roma è apparso l’avvocato Emanuele Basile, consigliere laico in quota Lega, con la mascherina. In un istante c’è stato una sorta di composto fuggi fuggi per cercare […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Tribunali, rischio stop. Contagi a Milano e Napoli

prev
Articolo Successivo

Il ceppo tedesco fratello maggiore di quello di Codogno

next