“Il pericolo in questa città è Gratteri”. L’ex senatore di Forza Italia, l’avvocato Giancarlo Pittelli, aveva capito da due anni che la musica era cambiata alla Procura di Catanzaro. Arrestato nell’inchiesta “Rinascita-Scott”, ieri si è avvalso della facoltà di non rispondere. Ma le intercettazioni raccontano le sue ossessioni e i suoi timori. Il 28 aprile […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

“Adamo comanda il presidente”

prev
Articolo Successivo

Popolare di Bari, il figlio dell’ex numero uno Jacobini e l’ex ad Papa tra gli indagati del crac Fusillo

next