Insulti, linciaggio con tanto di nomi e facce dei giornalisti sgraditi fino a consigli non richiesti ai finanzieri che dovrebbero andare vedere “come può un giornalista comprarsi una casa da almeno 2,5 milioni di euro”, riferimento diretto all’abitazione di Corrado Formigli nel quartiere Prati. In questi giorni – dopo l’inchiesta sulla fondazione Open, la villa […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€/mese

Articolo Precedente

Da Raggio a Sama, i re delle mazzette pretendono l’oblio

prev
Articolo Successivo

Voli di Stato di Salvini: nuovi atti al tribunale dei ministri

next