“Chiedilo a una ragazza di 15 anni di età, tu chiedi chi erano i Beatles e lei ti risponderà…”. Cosa avrebbe pensato Lucio Dalla del nuovo film di Danny Boyle? Forse si sarebbe emozionato, o indignato, o semplicemente si sarebbe detto “in fondo noi c’eravamo arrivati prima”. Già, perché su “chi erano mai questi Beatles” […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Il cabaret fa ridere? Ma non scherziamo…

prev
Articolo Successivo

“Orestes in Mosul” è fuori luogo

next