Dopo aver ucciso il vicebrigadiere Mario Cerciello, l’americano Finnegan Lee Elder fa una telefonata. Senza risposta. Cerca la fidanzata americana. Poco prima le aveva scritto: “Qualsiasi cosa succede, sappi che ti amo”. Sono gli ultimi messaggi estrapolati dal cellulare del 19enne. La Procura ha disposto una perizia sul suo telefonino come su quello dell’amico Christian […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Trasporti e rifiuti, ombre dolose sui troppi incendi della Capitale

prev
Articolo Successivo

Il Turismo, i beni culturali e il suk dei ministeri

next