Ma dov’era il ministro dell’Interno, ieri, quando un funerale che doveva essere “privato”, quello del signor Piscitelli, a Roma, si è trasformato nell’ennesima sconfitta per lo Stato di diritto, con tanto di saluti fascisti? Non sarà che a forza di pensare soltanto all’immigrazione, il Paese sta perdendo la bussola democratica? Simone Demaria Gentile Simone, la […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

De Vito, l’accusa si sgonfia: “Solo congetture”

prev
Articolo Successivo

Mail box

next