Dei missili americani venduti alla Francia sono stati ritrovati poco lontano da Tripoli, in una base militare delle truppe del generale Haftar, l’uomo forte della Cirenaica. Nonostante le smentite del ministro della Difesa, Florence Parly, tutto lascia pensare che Parigi abbia armato le truppe ribelli, violando l’embargo delle Nazioni Unite e gli accordi con gli […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

La lunga traversata dei moderati in cerca del “Macron democristiano”

prev
Articolo Successivo

Il conflitto sui muri: il “decoro”

next