Vince il premio Strega nel 2017 con Le otto montagne, scrive un bellissimo saggio l’anno seguente: Senza mai arrivare in cima. Paolo Cognetti è scrittore e montanaro. Lei è il nemico numero uno delle Olimpiadi, il number one dei rosiconi. C’è come la lieta attesa di una mia dichiarazione di ostilità assoluta. Così da venire […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il finto “ritiro” di Torino e i soldi dello Stato

prev
Articolo Successivo

S’avanza l’autonomia. Conte: “Criticità”

next