Ordine cronologico nelle nomine dei vertici e quindi nuovo Procuratore di Roma congelato, esattamente come voleva il Quirinale. E ancora, apertura di una pratica sui pm della Capitale indagati a Perugia, Luca Palamara e Stefano Fava, che dovrebbe portare al trasferimento per incompatibilità ambientale, se non pure al cambio di funzione. Idem per il pm […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Depistaggio su via D’Amelio: due pm indagati per calunnia

prev
Articolo Successivo

L’ennesima riforma del Mibac: cambio di rotta a piccole dosi

next