Torna in libreria “Appuntamento a Trieste” di Giorgio Scerbanenco. Pubblichiamo stralci delle prime pagine a firma dell’autore. La prima volta che arrivai a Trieste vi erano l’oscuramento e la guerra. Avevo appuntamento con una donna all’albergo Corso. Non conoscevo la città e non avevo niente altro da fare che vedere quella donna. Giunto all’albergo chiesi […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

“Sono come Rocco Siffredi: pagato per divertirmi molto”

prev
Articolo Successivo

Matusalemme chi?

next