Processo a Lecce

“Si è addormentata nel Signore, il giusto diritto di trovare la pace”

Mina Welby - “Il coraggio di non suicidarsi”

5 Giugno 2019

“si è addormentata nel Signore” ne è sicura Mina Welby. Una frase da credente ma che nella vicenda di Noa Pothoven vuole significare come questa ragazza che ha scelto l’eutanasia, abbia desiderato morire nella pace, nella dolcezza. “Accompagnata da chi l’amava e dai medici che l’hanno addormentata”. La psiche degli esseri umani è ancora troppo […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Ti potrebbero interessare

I commenti a questo articolo sono attualmente chiusi.