Discriminazione di sistema

Violentata due volte: la Corte Ue condanna l’Italia per aver assolto gli stupratori

Il caso è quello di una sentenza per un reato di violenza di gruppo a Firenze. I sette responsabili erano stati condannati a 4 anni e mezzo in primo grado e poi assolti nei gradi successivi. La vittima ha fatto ricorso al Tribunale europeo dei diritti umani, che ha riconosciuto il fenomeno della “vittimizzazione secondaria” nel dispositivo del giudice. Maria Letizia Mannella, pm di Milano, ricorda che il pregiudizio contro le donne è più frequente di quanto si pensi nelle aule italiane

Di Elisabetta Reguitti