Il remake di cui non sentivamo il bisogno: Piccole donne a New York traspone il romanzo di Louisa May Alcott nella Grande Mela. Ai nostri giorni. Con tre sorelle di colore su quattro (unica eccezione, Jo, “anticonformista e in cerca di sé stessa”). In una versione a fumetti. Resta solo da chiedersi cos’ha in comune […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Il grande show della contestazione contro i danni del neoliberismo

prev
Articolo Successivo

Lunga vita (artistica) al maestro De Chirico

next