La richiesta di Amnesty International e di altre associazioni di impedire l’attracco a Genova della Bahri Yanbu, nave che si sospetta sia carica di armi destinate alla guerra nello Yemen non ha trovato risposta istituzionale. Ad accoglierla, invece, sono stati i portuali e la Filt Cgil. Il sindacato ha infatti sposato la ricostruzione di Amnesty: […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Bombe per lo Yemen, guerra in Parlamento

prev
Articolo Successivo

Cucchi, Trenta dà l’ok: “L’Arma parte civile”

next