L’ormai famoso commensale dell’ultima cena a cui partecipò Imane Fadil, nel gennaio scorso, qualche giorno prima di essere ricoverata in quell’ospedale milanese dove poi trovò la morte, è stato ascoltato dai pm che indagano sul caso. Di lui Il Fatto scrisse per primo nell’intervista ai familiari della ragazza italo-marocchina, pubblicata subito dopo la notizia dell’apertura […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Mail Box

prev
Articolo Successivo

Associazione a delinquere e neofascismo. Maxinchiesta sul tifo organizzato a San Siro

next