“Colpito per il crocifisso”, ma per i pm non è credibile

Roma, non convince il clochard accoltellato da un marocchino, ma il vicepremier evoca “decreti” contro “l’estremismo islamico”
“Colpito per il crocifisso”, ma per i pm non è credibile

Tre versioni diverse in quattro giorni. L’ultima delle quali ha scatenato un polverone politico con Salvini in prima linea a parlare di “estremismo islamico”. Gli investigatori al momento non reputano un “attendibile” il clochard georgiano di 44 anni che venerdì sera ha denunciato un accoltellamento nei pressi della stazione Termini di Roma, da parte di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.