“La valigia era pronta. Adesso per un po’ dovrò disfarla. Perché se mi condanneranno mi presenterò io in carcere, non mi farò venire a prendere”. Marta Vincenzi, però, non andrà in carcere. Non oggi e nemmeno in futuro. Ieri la Cassazione ha annullato la sentenza d’appello che condannava l’allora sindaco di Genova a cinque anni […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Articolo Precedente

Sanità Umbria, così l’ex sottosegretario Bocci e un generale dei carabinieri fecero scoprire le cimici in ospedale

prev
Articolo Successivo

Anas, la cornucopia dei 97 comunicatori

next