Angelino Alfano, il nuovo Cincinnato all’ambasciata di Pachino. O Pechino?

Come il maestro della commedia, Tuccio Musumeci. E la sua parodia della Rivoluzione Culturale cinese

Il nuovo Cincinnato c’è ed è Angelino Alfano. Uno che dopo tanto parlamento prende cappello, se ne va e fa altro è il già braccio destro di Silvio Berlusconi che il quid – a dispetto dello stesso Cavaliere – l’ha dimostrato, altroché: alla presentazione dell’Opera Omnia di Xi Jinping, quello che ne sa più di […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

In offerta per il primo mese a solo 1€*

(*successivamente 17,99€ / mese)
Entra ne Il Fatto Social Club

In offerta per il primo mese a solo 1€

Abbonati ora
© 2009-2019 RIPRODUZIONE RISERVATA - Il Fatto Quotidiano - Ti preghiamo di usare i bottoni di condivisione, e di non condividere questo articolo via mail o postarlo su internet, il giornalismo indipendente ha un costo, che può essere sostenuto grazie alla collaborazione dei nostri lettori.