Dopo più di 10 anni di battaglia, i cui ultimi otto mesi sono stati scanditi dai lavori della Commissione Ambiente e da 250 emendamenti, il disegno di legge sulla gestione pubblica dell’acqua sarà discusso oggi in Aula. Il testo, a prima firma della Cinque Stelle Federica Daga (l’acqua pubblica è la prima delle cinque stelle […]

Per continuare a leggere questo articolo
Abbonati a Il Fatto Quotidiano

Abbonati a soli 14,99€ / mese

Articolo Precedente

Conte: “Non lavorerò a un nuovo esecutivo. La mia esperienza termina con questo”

prev
Articolo Successivo

Clima, guerre e cemento: 54 siti Unesco in pericolo

next